Il nostro coworking (3.0)

Il coworking è solo un modo più furbo per denominare una cosa che si è sempre fatta
e che si chiamava studio associato, network, partnership.
Basta capirsi.

Retica ha da poco inaugurato presso i suoi spazi di Padova, il primo spazio fisico di CoWorking interno alla propria struttura.
Lo spazio fisico è modulabile in funzione di richieste individuali o gruppali. E’ dotato delle normali dotazioni d’ufficio (scrivania, cassettiera, connessione web). Può prestarsi ad ospitare anche per brevi periodi, professionisti o aziende che necessitano temporaneamente di una soluzione logistica in attesa di definire meglio la propria crescita e quindi di organizzarsi in spazi più ampi.

http://retica.net/blog/

Ma non è tutto qui. Se fosse solo questo non varrebbe nemmeno la pena di parlarne.

La nostra concezione di CoWorking riassume in sé non solo le spinte innovative del presente ma anche l’esperienza del passato. L’abbiamo quindi organizzato in modo da fare in modo da:

- CO-NDIVIDERE spazi. I CoWorkers abbiano quanto indispensabile per operare al meglio e portare avanti il proprio lavoro La struttura ospitante possa garantire loro una regia attiva per cui non si creino situazione di concorrenza tra loro, esistano e vangano applicate regole di ordine comune e decoro, vengano allontanati tutti coloro che mancano di rispetto agli altri

- CO-LLABORARE tra loro e con noi. La struttura ospitante sia in grado di garantire ai CoWorkers costanti opportunità d’incontro, di consulenza e formazione, di coaching e mentoring, di scambio

- CO-PROGETTARE nuove opportunità. I Coworkers possano corrispondere in tutto od in parte il loro canone di utilizzo attraverso prestazioni in natura e servizi, collaborando tra loro e con la struttura ospitante su progettualità comune. E’ sempre supportata la compartecipazione attiva mettendo a disposizione ogni aspetto dell’organizzazione a nuove idee e proposte che i CoWorkers vorranno predisporre individualmente o tra loro.

A breve attrezzeremo anche la struttura di Trichiana predisponendola per iniziative simili, adeguate al setting montano.

Ecco una proposta: Coworking 3.0